domenica 16 giugno 2013

Lamentazioni insonni e sconfinate

E dunque, è un po' che non scrivo un post. Che poi di norma ai periodi di silenzio dovrebbe seguire un'attenta riflessione, tipo un post serio e ragionato, coi saggi che indicano la Luna e via dicendo. Invece no, è proprio un post del tipo 'Ehi, è un po' che non scrivo un post!'. Quindi volendo potete anche smettere di leggere, che non vi perdete niente. Non che di solito io sia prodiga di saggezza, ma insomma.
Giustamente ho gli esami. Giustamente studio come una dannata, giustamente non dormo, giustamente sto crepando di caldo, giustamente secerno acidità. E tristemente non riesco a leggere granché. Siamo a un libro ogni 2-3 giorni, che diamine. Libri corti, tra l'altro. L'altro giorno ho letto La scrittrice criminale di Marina Morpurgo, che ho ampiamente adorato e che consiglio visceralmente. Poco fa ho finito di leggere Regina nera, degno seguito di La ballata di Mila. Che dire? Ovviamente mi è piaciuto un sacco, le pagine scorrono che è una meraviglia, i combattimenti rilassano, il sangue zampilla e i frequenti riferimenti al metal fanno sorridere. A parte quando hanno iniziato ad ascoltare gli HIM dopo i Celtic Frost. Che per carità, a me gli HIM piacciono anche, ogni tanto li ascolto con piacere, ma sono un po' gli One Direction del metal, quelli che se dici che ti piacciono fai la figura di quello che va ai concerti dei Backstreet Boys. Comunque dicevo, il libro mi è piaciuto un sacco, però qualche critica ce l'ho. Ne ciacolerò in futuro, credo.
E insomma. Ho caldo, ma questo l'ho già detto.
Oh, e il 21 gioiosamente sarò alla libreria L'AltroLuogo per festeggiare la Notte dei Libri come si conviene. La libraia – qui la chiamo sempre 'la libraia'. Non è che non conosco il suo nome, è che dire 'La libraia' è come darle un titolo, una carica, un legame di nome e funzione. Preferisco. - ha invitato Valeria Luiselli, scrittrice messicana da noi pubblicata da LaNuovaFrontiera. Credo che sarà l'unica occasione in cui mi azzarderò a uscire di casa, ma vabé. Allegria!
che estate schifosa.
Ah, già, noterete – o anche no – che lassù ho creato una nuova pagina, #ReadingisBadass. Un progettino che ha richiesto l'impareggiabile aiuto della Scarabocchia, amica fumettista – sì, la stessa che mi ha disegnato il fighissimo avatar – e che prevede una luuunga serie della stessa immagine, ogni volta con una proclamazione diversa sulla possanza della lettura. Capirete che è ancora al super-inizio. Primo, perché faccio schifo coi programmi di grafica e non è che io abbia molto tempo per impratichirmi al momento. Secondo, perché... no beh, non ci sono altre ragioni. Diciamo che col tempo vorrei farci qualcosa, ma è un qualcosa che mi si sta ancora delineando nella mente. Se solo il mio cervello lavorasse veloce la metà delle manine sante della Scarabocchia...
E dunque bom, vi saluto. Buona sessione estiva a chi soffre. Buon mare agli altri.


Maledetti.

3 commenti:

  1. io soffro ç_ç
    solidarietà tra noi poveracci. Sto messa come te, paro paro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché non siamo andate a zappare? Perché?

      Elimina
  2. #ReadingisBadass mi piace come idea, sì sì :DDD

    RispondiElimina