domenica 28 aprile 2019

Poesie per chi non ama la poesia #4

Sole sfacciato non ho bisogno del tuo calore... torna a coricarti,
Tu illumini soltanto superfici... io forzo superfici e profondità.

Terra! Hai l'aria di aspettarti qualcosa da parte mia?
Dillo, vecchia parrucca! Che vuoi?

Uomo o donna! Vorrei dirti quanto mi piaci, ma non posso,
E vorrei dire quello che c'è in me e quello che c'è in te, ma non posso,
E vorrei dire i languori che sento... i palpiti delle mie notti e dei miei giorni.

Badate che non faccio prediche né elemosine meschine,
Quel che offro lo tiro fuori da me stesso.

Ehi tu, impotente, con le ginocchia molli, apri quelle mascelle butterate che io ti soffi dentro un po' di grinta,
Stendi le mani e solleva i risvolti delle tasche,
Non accetto rifiuti... io costringo... ho riserve a bizzeffe e ancor ne avanza,
E tutto quel che posseggo lo regalo.

Io non ti chiedo chi sei... per me non è importante,
Non puoi far altro e essere altro che quel che io
depongo dentro di te.

...

Flaunt of the sunshine I need not your bask... lie over,
You light surfaces only... I force the surfaces and the dephts also.

Earth! you seem to look for something at my hands,
Say old topknot! what do you want?

Man or woman! I might tell how I like you, but I cannot,
And might tell what it is in me and what is in you, but cannot,
And might tell the pinings I have... the pulse of my nights and days.

Behold I do not give lectures or a little charity,
What I give I give out of myself.

You there, impotent, loose in the knees, open your scarfed
chops till I blow grit within you,
Spread your palms and lift the flaps of your pockets,
I am not to be denied... I compel... I have stores plenty to spare,
And any thing I have I bestow.

I do not ask who you are... that is not important to me,
You can do nothing and be nothing but what I will infold you.

da Walt Whitman, Foglie d'erba (versetto 40)
Edizione Marsilio a cura di Mauro Corona


(non riesco ad amare la poesia, se non quando me la trovo davanti per caso. e allora facciamo che ogni settimana mi capiterà come per caso di sfogliare una raccolta, di scoprire un autore, di lanciarvi quello che ho tra le mani. è un regalo che faccio a me, fingendo di farlo a voi)

Nessun commento:

Posta un commento