lunedì 7 aprile 2014

Il ritorno di Anne Rice - Prince Lestat

No.
Qui non si sta dando abbastanza attenzione al fatto che Anne Rice, la mia diletta, la mia adorata, l'imprescindibile Regina dei Vampiri, ha terminato il nuovo volume delle Cronache dei Vampiri, Prince Lestat, che in America uscirà a fine ottobre.
Una considerevole parte di me ha iniziato a scodinzolare non appena ha letto la notizia. Anne Rice. Le Cronache dei Vampiri. Cavolo.
Per anni Anne Rice è stata la prima risposta che mi veniva in mente quando mi chiedevano chi fosse il mio scrittore preferito. Ora altri nomi si affacciano nella mia testa, ma Anne Rice è sempre lì a sbirciare, a braccia conserte, con un piede che sporge verso l'esterno. Anne è Anne. È con lei che ho iniziato ad amare i vampiri. Finisco puntualmente per lamentarmi, ogni volta che si accenna alle suddette aguzze sanguisughe, di quanto sia facile trovare un libro sui vampiri, e di quanto per contro sia difficile trovare un 'buon' libro sui vampiri.
Certo, parto da pretese piuttosto alte. Parto da Louis, da Lestat, da Armand. Marius, in realtà, mi è sempre stato un po' sulle scatole, che ci posso fare? Ma se non avete ancora letto i libri di Anne, probabilmente non avrete idea di chi siano i personaggi di cui chiacchiero. O forse sì, magari avrete visto il film con Brad Pitt e Tom Cruise. All'epoca mi era piaciuto un sacco, nonostante i cambiamenti. Peccato per il film de La regina dei dannati, che è più o meno un insulto a qualsiasi produzione cinematografica che sia mai stata tratta da un libro. Giuro, è pessimo. Squallido a livelli che passerei ore a riderne, se non fosse che idolatro le Cronache da cui è tratto.
E dunque, che dicevo?
Un nuovo libro delle Cronache dei vampiri. Ho fino paura di chiedere alla Longanesi se hanno intenzione di pubblicarlo o meno, non credo che saprei reagire a un eventuale rifiuto con classe e decoro.
Nel frattempo... massì, nel frattempo consiglierò a chiunque di leggere Intervista col vampiro e seguiti. Sono libri stupendi, scritti quando il vampiro non era ancora un essere romanticamente sbriluccicante, né una specie di fighetto iper-sessuato. Erano esseri umani trasformati in mostri, tormentati dalla propria immortalità, consapevoli di essere la peste del mondo. Erano personaggi complessi, un po' barocchi, eccessivi e meravigliosi da leggere.

Cristo, non so come reagirei se la Longanesi non pubblicasse Prince Lestat.

20 commenti:

  1. Probabilmente scriveresti una petizione! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu ridi, ma Longanesi è nello stesso gruppo editoriale della Nord! Conviene che affili preventivamente le lame e appronti le polveri... o qualsiasi altra cosa tu abbia a disposizione. :)

      Elimina
    2. Faccio un giro in armeria, va'.

      Elimina
    3. Ho controllato sulla pagina, avrò Anne xD
      Fiuuu.

      Elimina
  2. Bene, sono contento per la notizia. Debbo dire che nel mucchio il mio preferito rimane La Regina dei Dannati, però la Rice merita di essere tradotta in Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio preferito credo sia Memnoch *___* E ho adorato a livelli estremi anche Scelti dalle Tenebre. Ma sì, pure La Regina dei Dannati... *__*
      Hai visto il film? No, perché è di uno squallore inarrivabile.
      Se penso alla marea di opere che non sono ancora state tradotte... non mi spiego perché, visto che anche qui ha il suo bel seguito ò_ò Anne è una di quelle autrici, poi, che se ti piace le dedichi uno scaffale. E' una dei pochissimi di cui ho quasi tutta la bibliografia... mah.

      Elimina

  3. http://www.forbes.com/sites/judebrennan/2014/03/17/convergence-book-to-fantasy-phenomenon-and-a-vampire-is-revived/

    "Lestat will never sparkle in the sun" :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha xD
      Beh, può sempre 'sparkleare' nel senso di bruciare orrendamente u_u

      Elimina
  4. Per me le storie di vampiri davvero degne e serie sono raccolte in due opere:
    "Dracula" di Stocker e "Intervista col vampiro" della suddetta Rice.
    Il resto tutta fuffa.
    Sapere questa notizia mi rende illuminata.
    Detto ciò vado OT per mera curiosità:
    hai letto Hunger Games?
    Non mi è sembrato tu ne abbia "parlato" in merito in queste pagine (o magari son distratta o millemila altri motivi tuoi).
    Nel caso mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.
    SilviaM.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rilancio con Black Friars ù_ù Anche se i vampiri non sono proprio centrali, sono dei bei vampiri. Ah, e Le notti di Salem, anche se è tutto un genere diverso... però mi è garbato, anche se per ragioni assai diverse.
      Non vedo l'ora di leggerlo T-T Tra l'altro c'è anche un altro libro delle Cronache dei Vampiri che non è stato ancora tradotto ò_ò Cheddiamine.
      HG... ne avevo parlato qui:
      http://laleggivendola.blogspot.it/2012/11/due-parole-su-hunger-games-di-suzanne.html
      e qui in corrispondenza con Battle Royale
      http://laleggivendola.blogspot.it/2013/07/su-battle-royale-di-koushun-takami-e-su.html
      Ma ne ri-chiacchiero volentieri *__* Mi era piaciuto un sacco, non ero uscita di casa per due giorni perché dovevo finire la serie il prima possibile.

      Elimina
  5. Io con la lettura della sua saga mi ero fermato a "Il ladro di corpi", che avevo trovato estremamente noioso...
    Però i primi due volumi li avevo davvero amati. Ora che mi ci fai pensare, dovrei proseguire un attimo nella lettura dei suoi vampiri, è da molti anni che ne manco XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Il ladro di corpi era piaciuto, invero... però sono anni che non lo rileggo. Tra l'altro sono in netta minoranza nell'osannare Memnoch, che in tantissimi hanno bollato come noioso °^°

      Elimina
    2. Vabbeh, de gustibus ;)
      Memnoch sarà la mia prossima lettura, se tutto va bene!

      Elimina
  6. Questa è una notizia con la "N" maiuscola

    RispondiElimina
  7. Hai trovato un'altra amante di Memnoch....lo adoro...lo avrò riletto un centinaio di volte!Ho appena saputo questa bellissima notizia del nuovo libro non me l'aspettavo per niente....TROPPO FELICE...ma si sa quando la data italiana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono estasiata *__*
      Leggo sulla pagina FB che stanno ancora definendo i tempi, ci vorrà qualche mese per la traduzione, magari riescono per Natale... mi è parso anche di capire che stiano pensando alla possibilità di tradurre anche la saga sui licantropi finora inedita *ç*

      Elimina
    2. Mi dai notizie sempre più belle...yuhuuuu!grazie!

      Elimina
  8. Ciao, la longanesi lo pubblicherà presto. Anche io ho adorato il film del 1994. ll secondo inguardabile.
    Lestat irriconoscibile. Sono @gorghina71

    RispondiElimina