domenica 23 marzo 2014

Boomstick Award - Un premio per possanza

Buongiorno, o lettori.
Questo è il primo post che scrivo con Heisenberg – così ho voluto chiamare il nuovo pc, in un impeto di nostalgia da Breaking Bad – e, nonostante le numerose difficoltà cui la disarmante schifiltudine di Windows8 mi mette alla prova, devo dire che sto iniziando ad abituarmici. Cioè, ho imparato che non devo neanche avvicinarmi al menù 'Start'. Corrisponde più o meno a 'Perditi nell'insensatezza di questo programma operativo'.

Dunque, seppure con un certo ritardo – che comunque, diciamolo, mi contraddistingue – oggi è il caso che io risponda al Boomstick Award, ideato da Hell di Book and Negative e assegnatomi da Salomon e da Claclina. Ringrazio debitamente entrambi, anche perché questo è un premio, come dire... con una certa dose di badassaggine. Con quel pizzico di orgogliosa possanza tipica dei giocatori di D&D che scelgono sempre di fare i guerrieri. Un premio del 'perché sì', o del 'perché no?'. In soldoni, sì, un premio che incontra il mio favore.

Perché un Boomstick? Perché, come ho sempre detto, il blog è il nostro Bastone di Tuono! Perché ci piace essere arroganti e spacconi e perché, in definitiva, le scuse melense e il buonismo di facciata ci hanno stancato.
Il Boomstick è un premio per soli vincenti, per di più orgogliosi di esserlo. Tutto qua. Come si assegna il Boomstick? Non si assegna per meriti. I meriti non c’entrano, in queste storie. (cit.). Si assegna per pretesti. O scuse, se preferite. In ciò essendo identico a tutti quei desolanti premi ufficiali che s’illudono di valere qualcosa. Il Boomstick Award possiede, quindi, il valore che voi attribuite a esso. Nulla di più, nulla di meno. Ecco il banner dell’edizione 2014:



Per conferirlo, è assolutamente necessario seguire queste semplici e inviolabili regole:

1 - i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore
2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione
3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto
A cui aggiungo una quarta regola, ché l’anno scorso me le hanno fatte girare:
4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come Hell le ha concepite.
I vincitori possono a loro volta assegnare il premio ad altri 7 blogger, ma non arrogarsi la paternità del banner e del premio, quella è mia, quindi gradirei essere citato nell’articolo l’assegnazione del premio deve rispettare le 4 semplici regole sopra esposte.
Qualora una di esse venga disattesa, il Boomstick Award sarà annullato d’ufficio, su questo blog, e in sostituzione, verrà assegnato il:



che, al contrario, porta grande sfiga e disonore sul malcapitato.

Dopo un ultimo sospiro di apprezzamento per il tono nobil-minchione con cui le regole sono state vergate... orsù, che si inizi!

1. Athenae Noctua, perché i suoi post sono belli, potenti e pensati, e così intelligenti che talvolta evito appositamente di commentare per non rovinarglieli. Giuro.
2. Camilla. Perchè, come ha detto Salomon, è la nostra compagna di avventure. E secondo me sarebbe la sacerdotessa che ci guarisce dopo gli scontri. Ah, e perché adoro le sue recensioni.
3. Salomon. Che lo so che già me l'ha passato, ma come dicevo prima, compagni di avventura e blabla. E sarebbe un ottimo mago. (Sì, mi riservo il ruolo del guerriero perchè sì.
4. La Fede Librovora, perché chiacchiera di libri belli e lo fa benone.
5. Nereia perché, cribbio, è Nereia. E non vedo l'ora di incontrarla per poterci disquisire librosamente – o meno – di persona. Eccheddiamine
6. Start from Scratch perché mi sono accorta che tengo i suoi post in considerazione come mi capita con pochissimi altri blogger
7. A Silvia (cit) di Dissertazioni libresche semiserie perché la adoro, perché è un'ottima fonte di input e perché spesso siamo in disaccordo, il che è ossigeno puro per il cervello.

Ebbene, il post qui trova la sua conclusione. Non so perché mi venga da favellare in simil-aulico, nonostante io stia leggendo un fantasy (The Heroes di Abercrombie), questo non è affatto scritto in codesto tono epicheggiante. Misteri.

17 commenti:

  1. Ma cosa dici?!? I tuoi commenti non rovinerebbero, ma, al contrario impreziosirebbero i miei post! Grazie mille del premio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macché xD Il contrasto tra la tua competenza e la mia faciloneria è orrorifico.
      Salone di Torino? :D

      Elimina
    2. Non è vero, semmai sono io che devo alleggerire i miei post, se fanno questo effetto! Mi piacerebbe tantissimo essere al Salone, ma dipende tutto dagli impegni di lavoro e al massimo potrò giocarmi la domenica e/o il lunedì! :)

      Elimina
  2. Io voglio proprio leggerlo The Heroes! La trilogia mi ha soddisfatto a metà, ma dicono che gli stand-alone siano proprio i suoi libri più riusciti!

    "They say Black Dow has killed more men than winter...", cioè, volevo dire...
    Grazie mille e sappi che la mia arte si presterebbe volentieri a una campagna. Il nome c'è già, lo ruberò a Vance. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti garberebbe un sacco ù_ù Io lo sto gradendo assai. La Trilogia ancora non l'ho letta, però avevo iniziato il primo e insomma... l'avevo mollato lì un po' perché non ero in vena, e un po' perché non mi faceva proprio svolazzare dall'entusiasmo.
      ... organizzare una sessione D&D al Salone sarebbe meraviglioso ò_ò

      Elimina
    2. Sì, nella trilogia ci sono parecchie lungaggini... e parecchio materiale assai noioso. Alla fine ti piace, perché il finale è esplosivo e getta una luce particolare sul resto - ma se stai leggendo The Heroes, ti sarai già fatta un'idea sull'andazzo.
      Però valeva la pena di conoscere Glotka. :)

      Elimina
    3. Mmmh, voglio leggerlo nonostante le lungaggini - che comunque ogni tanto mi viene voglia di 'quel' tipo di fantasy - però lo attendo in economica ò_ò

      Elimina
  3. Risposte
    1. Un giorno canteranno delle loro gesta ù_ù

      Elimina
  4. Questo è il premio più phigo che mi abbiano mai assegnato. Niente roba melensa, niente pucci pucci miao miao xD Grazie, grazie, grazie. Davvero :D

    E oh, anche io ho un Windows 8 a casa e capisco perfettamente come ci si sente non appena ci si avvicina al pulsante Start... Devo ancora trovare il coraggio di mettere tutti i collegamenti sul desktop però... Al momento giace lì, indisturbato e SPENTO xD xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Vero? E' badassissimo *__*

      No beh, ora che ho spostato tutto quello che mi serve sul desktop si riesce a usare decentemente... ma START. Lo START. Ma chi può mai farsene qualcosa di tutte quelle app inutili e ingombranti? Perché un pc dovrebbe funzionare come un telefonino? Io manco li so usare i telefonini nuovi, uso un mattone che ormai avrà l'età per votare T__T

      Elimina
  5. Ma si può sapere, per inciso, cos'ha questo pulsante "start"? Non uso Windows se non costretto - e sono arrivato al 7, vivaddio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora *O*
      Tu premi su Start e compare una schermata nera in cui compaiono icone giganti che non sono 'programmi', ma inutilissime e ingombrantissime 'App'. Le ho disinstallate quasi tutte, ma c'erano robe per Ebay, shopping vario, il programma per ascoltare la musica che era una schifezza, per i video figuriamoci... poi dimenticati gli accessori. Puff. Andati. Non ci si capisce niente.
      (Infatti vorrei passare al 7, spero che sia un attimo meno schifido... ma non potevano rimanere a xp? Era così comodo, xp ç_ç)

      Elimina
    2. No, guarda, io ho il cellulare moderno e posso dire che lo START di Windows 8 è la cosa meno intuitiva (e utile!) che io abbia mai visto in vita mia. Cioè, non solo non si capisce nulla, è dispersivo, non trovi le cose... Ma perché? Avranno fatto dei test su degli esseri umani per l'usabilità?! Vabbè, ma pure io che mi faccio 'ste domande... Ancora ci credo a 'ste cose. No, ovviamente la risposta è no.

      Elimina
  6. Ma grazie! Davvero, proprio grazie, grazie, grazie.
    E abbracci e baci per tutti voi.

    RispondiElimina
  7. Ero convintissima di aver già commentato, ma si può? o.o Perdo colpi =.=

    Detto questo... grazie, grazie, grazie <3 Essere vostra compagna di viaggio è bellissimo! E arrossisco sempre quando dici che ti piacciono i miei post ^^

    RispondiElimina