venerdì 12 luglio 2013

Polemichite. C'è speranza.

E dunque, sono guarita dalla polemichite. Sì, lo so, è stata una battaglia sofferta ma alla fine l'ho vinta. L'ho capito stamattina quando, rileggendo un post che stavo giusto per pubblicare, mi son detta 'Ma che cacchio ho scritto? Non vuol dire niente' e l'ho cancellato. Quindi felicitatevi con me e brindate alla salvezza della mia anima.
cioè, sia chiaro, anche questo di post non vuol dire assolutamente nulla, però almeno non è pretenzioso né polemico. In realtà quest'oggi mi sono svegliata molto Pollyanna. Sto gioiosamente finendo di leggere Black Friars – L'ordine della spada e intanto mi domando quale regalo posso concedermi per l'esame che spero/credo/mi auguro di aver passato. Non mi era mai capitato di essere indecisa tra un libro, diversi ebook e un ciondolo. Però è un ciondolo a forma di libro. Anzi, un mini-libro. Pure rilegato. Dai, ammetterete che è un lotta tra titani.

Ah, la fine della sessione estiva. Profondi, freschi respiri per l'anima.



5 commenti:

  1. Capita anche a me di scrivere post e di cancellarli, magari spinta dalla "stizza" del momento, per fortuna non pubblico mai tutto subito e spesso a distanza di giorni mi pongo la tua stessa domanda "ma che cavolo ho scritto?"
    Che poi un blog può anche essere lo specchio dei deliri della (o del) blogger, non ci vedo niente di male, a me non piace quando si sale in cattedra e si vuole spacciare un pensiero per una verità assoluta, ma a parte questo dettaglio sono decisamente a favore dei post cazzari che permettono di conoscere gli c'è davvero dietro un nickname ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non era mai capitato di scrivere un post per poi trovarlo troppo insulso e disinformato per poterlo pubblicare xD
      Anche a me piacciono i post, come dire, un po' più personali, però ecco, deliri sì, cavolate anche, però fino a un certo punto >_>

      Elimina
  2. Uff... però io ora sono curiosa di sapere su cosa volevi fare polemica :P

    voto il ciondolo! Ne sto puntando uno da una vita (visto online però, costano più le spese di spedizione che il ciondolo in sé... sigh)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, sui libribbrutti in generale... più o meno. Che poi la ragione del post avrebbe avuto anche un suo perché, ma era così pregno di totale disinformazione che oibò xD
      (Ho linkato l'album della ragazza che vende i libro-ciondoli su fb, se ti interessa, sono veramente meravigliosi *ç*)

      Elimina
  3. Mi complimento per la fine (sigh!) della sessione estiva. E per la pronta guarigione, con augurio di non ricaduta :P
    (Io sono polemico anche d'estate...)

    RispondiElimina