lunedì 25 marzo 2013

Liebster Blog Award 2.0


Beh, che dire? Il Liebster mi è giunto pure da Le LibrerieInvisibili – che adoro e ringrazio sentitamente – e quindi ribadisco il post di pochi giorni fa, anche perché mi piacciono le domande. E perché ammetto di non avere molto di cui ciacolare in questi giorni, visto che sto continuando a iniziare e lasciare libri a metà. Non che siano proprio brutti – oddio, un paio sì... - però non riescono a soddisfarmi. Ho voglia di un libro, ma di un libro... che però ancora non ho trovato. Adesso vedremo se il suddetto libro sarà Lo schiaffo di Tsiolkas...
Ok, la smetto di divagare, va'.
Ancora grazie,  eh :)

Perché scrivi un blog?
Perché mi piace parlare di libri con gente che se ne interessa sul serio. E nella 'vita reale' queste persone sono poche e non mi bastano.

Che genere di libri ami leggere?
Direi un po' di tutto, a seconda del momento.

Che rapporto hai con i libri? Li scarabocchi, li maltratti o li tieni immacolati?
Li massacro. Solo i miei, ovviamente, però li massacro davvero. Ho un tic nervoso che... ma lasciamo stare. E visto che leggo spesso mentre mangio, li rovino ulteriormente. Una volta mi è scivolata un'intera caffettiera ancora bollente su un libro della Hamilton. Per non parlare di quando mi cadono nella vasca mentre faccio il bagno...

Possiedi un ebook reader?
No, non ancora. Il fatto è che per me la sensazione della carta è imprescindibile, è parte integrante dell'atto del leggere. Lo so che sono retrograda, ma non posso farci niente...

Qual è il tuo film preferito tratto da un libro?
Il Castello Errante di Howl, senza dubbio. Meraviglioso il libro e stupendo il lungometraggio.

Hai mai cucinato un piatto letto in un libro?
No, anche perché tanto mi verrebbe una schifezza xD

C’è un libro che puoi associare alla tua città?
La morte ci sfida di Joe R. Lansdale. No, non amo particolarmente la mia città >_>

Se fossi un libro o un personaggio letterario saresti…?
Uhm. Credo che sarei un misto di Brienne dalle Cronache del ghiaccio e del fuoco, Mona di Un segno invisibile e mio e Delirio di Sandman.

Mi consigli un libro?
Cavolo... non è facile. Ballata per la figlia del macellaio di Peter Manseau e La figlia del pianista di Timothy Findley, via. Ed è stata una scelta assai ponderata.

6 commenti:

  1. "Mi consigli un libro?
    Cavolo... non è facile. Ballata per la figlia del macellaio di Peter Manseau e La figlia del pianista di Timothy Findley, via. Ed è stata una scelta assai ponderata."

    In tal caso farò il possibile per procurarmeli!

    RispondiElimina
  2. "Che rapporto hai con i libri?"
    "Li massacro"

    Ehm... dobbiamo fare un discorsetto... :P

    RispondiElimina
  3. LeLibrerieInvisibili: Guarda, per me sono capolavori assoluti u_u Fammi sapere se li trovi/leggi *O*

    Salomon: Ahahaha, massacro solo i miei xD Quando sto leggendo libri altrui e vedo che il tic rischia di prendere il sopravvento, vado a recuperare un altro libro/quaderno/pezzo per sfogarlo u_u

    RispondiElimina
  4. Uhuhu sono curiosa di sapere cosa penserai del libro di Tsiolkas, perché lo punto da un po'!

    RispondiElimina
  5. <>
    Stendiamo un velo pietoso sul mio The Perks of Being a Wallflower (che avevo addirittura ordinato in lingua originale). Alla prima pagina. T_T

    RispondiElimina
  6. Camilla: Sono quasi alla fine e mi piace abbastanza. Non è l'ultra-capolavoro che mi aspettavo, ma effettivamente non è neanche il momento giusto per leggerlo... uhm.

    Anonimo: Argh, è così terribile? Che è accaduto? O_o

    RispondiElimina