sabato 9 giugno 2012

Tirocinio in biblioteca, progettino, catena di lettura, K.lit e chi più ne ha...


Uno penserebbe che alzarsi presto dovrebbe automaticamente portare a un più alto livello di produttività. Io ormai mi alzo di default alle 7 e in teoria, essendo che Sabato la biblioteca apre solo di pomeriggio, dovrei avere tutta una mattinata da dedicare al blog, alla scrittura, alla lettura, al progetto che ho proposto giust'appunto in biblioteca.
No. Che siate dannati, Facebook, Youtube, programmi amorfizzanti su Sky e Tumblr. Mi avete succhiato via tutta la mattina e sono già rimbambita nonostante io non abbia fatto alcuno sforzo mentale né produttivo. Cavolo.
Ma mi sforzerò di fare del mio meglio in questo post. E lo farò col metodo più semplice, andando per punti.

PROGETTO IN BIBLIOTECA

Yeee! Perché una non è che può andare a fare uno stage in biblioteca e limitarsi al prestito, alla catalogazione, all'inventario etc, no? Non si può. Complichiamoci la vita ma facciamolo con brio! E allora l'altro giorno mi sono recata gioiosamente dal direttore che sta in Comune e gli ho spiegato del mini-progettino che avevo in mente. Lui ha subito accolto l'idea con entusiasmo e io sono tornata saltellando in biblioteca, scoprendo che il ragazzino demente che prende ripetizioni aveva attaccato un cartello alla porta con scritto che saremmo stati chiusi tutto il giorno per ferie. Un metodo assai astuto per evitare le ripetizioni pomeridiane.
Io prima o poi gli immergo la testa nel cesso.
Ma andiamo avanti con l'esplicare il progetto.
Consta nell'analizzare, tramite la compilazione di mini-questionari anonimi, come e perché i mini-lettori (alias bambini) scelgono un dato libro al posto di un altro. L'idea iniziale era questa. Prendere possesso della bacheca nella Sala Ragazzi, dividerla per settori generici ed esplicarli con cartelloni colorati – che c'ho messo anche un pomeriggio a farli, ma vabè – e trarre le dovute conclusioni.
Il problema è che la suddetta biblioteca è quasi orfana di bambini. La frequentano soprattutto universitari per studiare – e mai che prendano in prestito qualcosa, sigh – e allegri pensionati. Ho pensato quindi di ampliare la ricerca alla differenziazione della scelta tra bambino che prende un libro autonomamente e un parente che glielo porta. Ma anche così, il materiale rischia di essere poco...
Quindi! Che ne direste di darmi una mano? Se potete, ovviamente. Se avete fratellini, sorelline, nipotini, figli, figli di amici e quant'altro, sarei lieta se faceste loro compilare un piiiiiccolo questionario con queste domande:
  1. Età?
  2. Maschio o femmina?
  3. Che libro hai scelto?
  4. Come mai?
E bon.
Oh, poi ho pensato anche di tentare la tattica dell'Infamia. Tempo fa avevo letto sul sito del K.Lit di una professoressa che riusciva a far leggere spontaneamente i propri studenti vietando loro determinati libri. Appendeva una lista di libri disprezzabili, assolutamente da non leggere e li sfidava a farlo. Giustamente, loro andavano a leggerli e poi glielo riferivano tutti fieri e ribelli. E lei si fingeva offesa. Cioè, geniale.
Volevo provare pure io a piazzare una Lista dell'Infamia accanto alla bacheca e vedere come va. Si sa mai, magari funziona...

200 FOLLOWER!

No, non sono ancora 200. Però ci stiamo avvicinando lentamente e l'idea della catena di lettura continua ad entusiasmarmi. Sapete, io mando un libro a un blogger, quel blogger lo manda a un altro blogger e via così. L'idea mi piace. Assai. Che ne pensate?

FESTIVAL DEI BLOG LETTERARI, K.LIT

Ne avevo già parlato vagamente qualche tempo fa, ora è uscito il programma ufficiale e... onestamente, sbavo. Scaricatelo da questa pagina e date un'occhiata, le tavole rotonde sono interessantissime, partecipano editor, blogger, giornalisti... Ancora non ho deciso se andarci o meno, in teoria in caso dovrei anche cominciare a organizzarmi... ma se abitate da quelle parti, cribbio, fiondatevici.

9 commenti:

  1. La catena di lettura mi interessa sempre moltissimo, come quando avevamo pensato a introdurre in università un bookcrossing con supporto informatico... miseramente fallito.
    Però sappiate che ultimamente le Poste tendono a perdere i pacchi destinati al sottoscritto.
    Che poi, va detto, si saranno anche risanate, ma da quando si sono lanciate nella telefonia il servizio postale lascia un po' a desiderare!

    RispondiElimina
  2. Che bella questa iniziativa in biblioteca, da noi queste cose non esistono proprio! Per la catena di lettura fami sapere, non ho avuto un'esperienza positiva dalla prima catena di lettura a cui ho partecipato, ma magari i blogger trattano meglio i libri in loro possesso!

    RispondiElimina
  3. Non c'entra moltissimo, ma mi si è accesa una lampadina e quindi tentar non nuoce. Vediamo se mi puoi essere d'aiuto cara Leggivendola.
    Dunque, quando andavo alle medie, ogni settimana prendevamo un libro dalla biblioteca. Ricordo la trama di un libro e ricordo che il titolo del libro era composto da due parole, probabilmente inventate per il libro.
    La trama è questa: una bambina sente parlare di magia in tv, di telecinesi per la precisione. Uscendo da scuola prende la mano della maestra e contanto fino a 10 recita queste due paroline magiche e si ritrova in un arealtà in cui lei è figlia della maestra. Per tutto il libro cambia genitori, finché decide che i suoi veri genitori sono i migliori. Era un libro che mi era piaciuto tanto, ma non ricordando il titolo, non l'ho più trovato.
    Se per caso ti capita sotto gli occhi un titolo del genere me lo fai sapere.
    Per il questionario, appena posso chiedo alla mia cuginetta.
    Un bacio e buon lavoro!!! ;)

    RispondiElimina
  4. "Io prima o poi gli immergo la testa nel cesso."
    Fallo. No ma sul serio, hai tutto il mio appoggio.
    Per lo scambio di libri: eh eh...e per chi non è blogger? ^_^" no perché la cosa era interessante...
    Per il questionario: se riesco a sentire le mie nipotine chiedo, ma è un colpo di fortuna se riesco a vederle anche solo in estate

    RispondiElimina
  5. Cuginetta ha risposto:
    *11
    *femmina
    *il fantasma di canterville il principe felice e altre fiabe
    * perchè mi affascinano molto le storie di paura e amo le fiabe

    RispondiElimina
  6. L'idea del questionario è carinissima, davvero simpatica :) peccato che io non abbia bimbetti tra i piedi, o glielo avrei posto subito!
    La tecnica dell'infamia è GENIALE. Si spera che, dopo aver letto i libri "proibiti", i ragazzi siano andati avanti e abbiano letto qualcos'altro ;)
    Per quanto riguarda la catena, ribadisco la mia disponibilità, le adoro! :D
    KLit sembra davvero forte... peccato essere in pieno periodo d'esami :(

    RispondiElimina
  7. Tutti: Allora! Comincio a prendere i nomi per la catena di lettura :) Che mi state rendendo felice. Come ci si organizza? Lo mando a uno scelto a caso o tirato a sorte e poi quello lo manda a un altro della lista e poi finiti quelli della lista si manda a altri blogger esterni? *w* (Iku, noto che commenti spesso e bene, perciò per me va bene xD)

    @Solomon: Ho saputo solo recentemente dell'esistenza del bookcrossing, ma non so quanto possa funzionare... magari più avanti, quando sarà un po' più conosciuto .___. (se le poste sperdono un contenuto 'sì prezioso come il festeggiamento del mio duecentenario del follower m'incacchio ù_ù)

    @Bookland: LOL. Guarda, non per auto-ricoprirmi di meriti, ma l'idea è tutta mia ed è a malapena tollerata da un paio di colleghi xD
    Ti segnerò per la catena, ammetto che io tendo a bistrattare i libri, ma solo quando sono miei... davvero vergognoso che ti sia tornato tra le mani un libro rovinato ò_ò

    @Melinda: Aaaargh, non mi viene in mente niente ç__ç peccato, mi sembrerebbe pure carino... chiederò in giro a caso!
    E grazie mille per la cuginetta >__< mi appunto subito! Sei di una gentilezza ancestrale e prima o poi ti erigerò una statua di caramello! (tra l'altro, che gusti eccelsi *w*)

    @Iku: la cosa mi tenta, ma le colleghe lo difendono é__é tch. Grazie per il tentativo con le nipotine >_< apprezzo!

    @Camilla: La Tecnica dell'Infamia ribadisco che non è mia, eh xD Però mi esalta.
    Ti segno per la catena *w*
    ... periodo di esami... uff... in teoria ci sarei anch'io, se non fosse che sto riflettendo sulla possibilità di cambiare facoltà .___. anche se è tardi. Molto tardi. Però... aaargh, ma cosa lo sto a scrivere qui?! T___T

    RispondiElimina
  8. Molto carino il progetto in biblioteca. Se fosse fattibile, potreste organizzare anche dei pomeriggi dedicati alla lettura: cercate un adulto paziente e che sappia leggere bene a voce alta e gli fate leggere il primo capitolo di un libro a un gruppo di bambini, credo che potrebbero incuriosirsi. Se ne avete la possibilità, varrebbe la pena di tentare.

    Ilaria

    RispondiElimina
  9. Iniziativa divertente e molto carina!

    RispondiElimina