lunedì 6 febbraio 2012

30 Giorni di Libri - giorno 4

La domanda di questa soleggiata giornata - durante la quale tenterò l'eroica impresa del prendere un treno per tornare a casa, che il destino abbia pietà della mia anima - è insospettabilmente semplice, per me. Forse è la domanda più semplice di tutte. Niente ricerche su Anobii, niente indecisioni. La risposta è così chiara e semplice che mi sento come se potessi anche evitare di scriverla... anche se, con mio sommo dispiacere e grande costernazione, ho potuto leggere su Anobii et similia decine di recensioni entusiastiche di ciò che, senza mezzi termini, per me rimarrà sempre e senza fallo un'immensa colata di sterco.

4) Il libro più brutto che tu abbia mai letto.

Ah, non esito nemmanco un secondo!
Il Bacio d'Argento di Annette Curtis Klause


Per questo libro provo proprio astio e odio. E' un'opera scadente, scritta male e pensata peggio. Sono certa che senza il successo editoriale di Twilight nessuno l'avrebbe mai potuta pubblicare. Personaggi senza spessore che si muovono su una trama inconsistente alla quale si tenta di infondere un'atmosfera gotica e darkeggiante senza riuscirci. Dopo le prime pagine, ho rinunciato alla 'piacevole lettura' e mi sono abbandonata alle risate. L'ho perfino prestato in giro perché i miei amici ne ridessero. E sì, ne hanno riso.
Magari a qualcuno di voi piace e mi detesterà per questo. Ma io sono irremovibile, non ho mai letto libro peggiore.

7 commenti:

  1. Mi picchieranno in molti, ma credo "Il piacere" di D'Annunzio...forse l'essere obbligata per ben due volte a leggerlo me lo ha fatto odiare!

    RispondiElimina
  2. Eh, guarda, io mi sento menomata come lettrice... alle superiori ci han fatto ingurgitare tanti e tanti scrittori classici italiani
    che, a distanza d'anni, non riesco ancora a leggerli... non sono mai riuscita a leggere Pirandello, né Svevo, né D'Annunzio... so che mi sto perdendo un sacco, ma proprio non mi viene da leggerli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco Svevo e D'Annunzio, ma ti prego, ti prego, ti prego non perderti Pirandello, lui è un grande!
      Leggi qualcosa e poi vorrai leggere tutto di lui!
      Sono una sua grande fan eheheh :D

      Elimina
  3. Lo so T_T tempo fa avevo iniziato qualcosa di suo che avevo trovato da mia zia... e pur piacendomi lo stile e trovando la lettura interessante, sentivo un fastidio che non mi lasciava continuare a leggere con gusto. Sarà anche il fatto che so vita-morte-miracoli dei personaggi, che ce li hanno fatti studiare fino allo sfinimento... però proprio non riesco a leggerlo. Dannazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dell'idea che ogni libro abbia bisogno del momento giusto, magari capiterà più in là. Io te lo auguro! :D

      Elimina
  4. Sono d'accordissimo. Attenderò pazientemente che il buon Pirandello mi 'chiami' senza forzare le cose. Sennò rischio di rovinarmelo doppiamente .__.

    RispondiElimina
  5. Ha ragione Melinda c'è un tempo per ogni libro e ogni libro ha il suo tempo!!! Io ho riletto i grandi classici italiani a distanza di tempo e devo dire che li ho rivalutati e scoperti ...

    RispondiElimina