lunedì 13 febbraio 2012

30 Giorni di Libri - Giorno 11

Buongiorno a tutti! Devo dire che questa mattina mi sento allegra e raggiante... sarà che mi sono alzata alle 11 passate? Sono fresca e riposata come una rosa... ma bando alle ciance!

11) Un libro che prima amavi e che ora odi.

Ecco. La domanda mi manda in confusione. Credo che non ci sia un libro del genere. E' molto probabile che durante l'adolescenza io abbia adorato libri che adesso non mi trasmetterebbero più granché, dopotutto il tempo ci cambia... ma odiare un libro? Un libro che prima hai amato?
E' crudeltà! E' insensibilità! No! Mi rifiuto di rispondere a questa domanda spregevole. 
E questo gatto darà voce alla mia indignazione.


7 commenti:

  1. :) con questa foto mi hai strappato il primo sorriso della giornata (non mi sono svegliata allegra come te purtroppo)
    p.s. condivido il tuo pensiero: l'amore per un libro è eterno!

    RispondiElimina
  2. è vero, odiare è una parola grossa ed è quasi impossibile! Però "ridimensionare" un libro in gioventù sovrastimato direi che è frequente :)

    RispondiElimina
  3. @Ciccola: io adoro questo gatto xD Se anche l'amore per un libro scemasse, dovrebbe almeno rimanere un bel ricordo di quando lo si è adorato ù_ù

    @Cawarfidae: ridimensionare sì, mi è capitato spessissimo... ma 'odiare' mi pare una parola usata un po' a sproposito, in questo caso...

    @Mezzatazza: io non sono mai riuscita a finirlo xD Io di libri non ne odio molti, ma un paio li detesto abbastanza da distogliere il viso quando me li trovo davanti...

    RispondiElimina
  4. Concordo col tuo parere XD
    Però mi vengono in mente esempi al contrario: tipo testi universitari prima odiati e poi amati (una volta finito l'esame). Oppure seguendo i libri di narrativa studiati per qualche esame: odiati nel mentre, amatissimi dopo.

    RispondiElimina
  5. Infatti, ma che domanda è?
    Se lo amavo lo amo tutt'ora! Mah!

    RispondiElimina
  6. Ma, ma, ma, che hai fatto al gatto della mia infanzia? ... in un certo senso lo ridurrei così se parlassi male di un libro che da bembino/raghezzino mi piaceva.

    RispondiElimina