domenica 12 febbraio 2012

30 Giorni di Libri - Giorno 10

Buongiorno a tutti! Ancora allietata dal duello a Trivial Pursuit di ieri sera, nonostante la mera sconfitta e oltremodo e rinvigorita dal lungo sonno, eccomi che m'accingo a rispondere alla domanda numero dieci! A doppia cifra, eh. Mica zeppole.

10) Un libro del tuo autore preferito.

Beh, al momento - e da diverso tempo - l'autore che nel mio cuore spicca su tutti è Neil Gaiman.
D'altronde, peccherei di banalità se rispondessi Nessun Dove, quindi mi avvalgo della libertà lasciatami dall'articolo indeterminativo nella domanda e andrò con:
'American Gods'.


Ora, io so che a tanti, anche nel giro d'amici tra cui ci si girano libri come una biblioteca ambulante, non è piaciuto. Tanti l'hanno trovato noioso, troppo lungo, poco chiaro.
Io l'ho adorato, così come ho adorato i piccoli capitoli dedicati alle divinità, che venivano spiegate ed esposte come personaggi completi, grazie alla narrazione che decideva di staccarsi per qualche attimo dallo scorrere della trama per farci comprendere fino in fondo chi siano questi 'American Gods'.
Buona giornata e buona lettura a tutti :)

4 commenti:

  1. uau! giusto ieri ho appena concordato uno scambio e presto avrò questo libro :-D non ricordo se l'ho segnato dopo averlo incontrato sul tuo profilo di Anobii o su quello di qualcun altro, cmq è probabile che ci fosse il tuo zampino su quella voce della wishlist :-P

    RispondiElimina
  2. è un po' che è lì nella lista da leggere... e mi hai fatto venire voglia... appena finisco gente di dublino di joice. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho un autore preferito...quindi non saprei rispondere. Il libro di cui parli non lo conosco.

      Elimina
  3. @Clau: spero ti piaccia, tanti lo trovano pesantuccio :) lieta di aver zampettato nella tua libreria!

    @Elena: buona lettura, allora :)

    @Melinda: beh, l'autore preferito per me varia un po' a seconda del momento... diciamo che se mi dicessero 'Puoi incontrare uno scrittore, uno soltanto, vivo o morto', io sceglierei Gaiman.

    RispondiElimina