sabato 8 ottobre 2011

Il Vangelo secondo Biff - Christopher Moore

Questa recensione la scrivo con delle occhiaie così pesanti che non me le farebbero neanche portare come bagaglio a mano su un aereo. Ho sonno. Ho davvero sonno da tre giorni. Certo, la ragione della mancanza di sonno mi ripaga ampiamente della veglia forzata – un gattino così piccolo che mi riferisco a lui come mini-micio e che ho chiamato, in nome delle bolle che mi sono spuntate sulle braccia subito dopo averlo raccolto, Pulce – ma se potessi dormire una notte intera senza essere svegliata da insistenti miagolii del mini-micio che mi perforano il timpano dall'altro lato della casa o dall'altro gatto che, sfrattato dal bagno per far posto a Pulce, decide che il mio viso è il luogo ottimale in cui stendersi, certo, sarei anche un po' più contenta.
Il libro che intendo recensire è 'Il Vangelo secondo Biff' di Christopher Moore, edito da Elliot Edizioni nel 2008. Prima di tutto, c'è da dire che è un'opera satirica, comica e dissacrante. In secondo luogo, nonostante si narri della vita di Gesù e quindi tutti abbiamo ben presente come vada a finire, il punto di vista è così originale da farcelo dimenticare. Mi sono ritrovata seriamente a sperare che in qualche modo quel povero Cristo riuscisse a commuovere Pilato fino a fargli gettare via acqua e asciugamani, o che riuscisse a scendere dalla croce o a farci finire un sosia o un clone... ma dopotutto, cambia solo il punto di vista, non la storia. Anche se vi sono state fatte numerose e geniali aggiunte. In particolare, l'adolescenza di Gesù e la sua crescita. Perché Levi, detto Biff, il narratore, è l'amico d'infanzia di Gesù, il suo fedele e sarcastico compagno d'avventure da quando Gesù faceva resuscitare le lucertole infilandosele in bocca fino alla fine. E, devo dire, la fantasia di Moore nelle vicende di Gesù e Biff è davvero incredibile e dà vita a situazioni assurde ed esilaranti. È una comicità che mi ricorda un po' il Mondo Disco di Pratchett. E, da parte mia, è un Signor Complimento.
Il prologo mostra l'angelo Raziel ancora intento a disfare le valigie, quando viene interrotto all'Arcangelo Stephan che gli ordina di ridiscendere sulla Terra per risvegliare dalla morte Levi e fargli scrivere il proprio Vangelo, la sua personale versione del fatti. Raziel non ne avrebbe voglia – e, soprattutto, detesta Biff – ma visto che l'ordine gli viene impartito dall'Alto che più in Alto non si può, parte, arriva a Gerusalemme, lo fa tornare in vita e quindi gli fa dono delle lingue. Biff gli chiede quindi se il Regno è giunto e quanto tempo sia passato. Ricevuta risposta, colpisce l'angelo e lo apostrofa come 'inutile sacco di merda di cane'. In seguito, passando alla prima persona, sarà Biff a intervallare capitoli in cui racconta della sua vita insieme a Gesù, del loro imperituro e doloroso amore per Maddi, della ricerca per il modo corretto di diventare il Messia con brevi parentesi sul presente con l'angelo Raziel, nella camera di albergo che hanno affittato. Raziel, poi, è esilarante, prima fissato coi supereroi e poi con le soap-opera, un perfetto teledipendente con le ali.
'Il Vangelo secondo Biff' ha il pregio di mostrare un lato di Gesù poco conosciuto e raramente ricordato. Dopotutto, pare che Gesù non avesse ricevuto molte istruzioni dall'Alto, quindi che cos'era prima di diventare il Salvatore, se non un ragazzo incerto sul proprio destino e terrorizzato all'idea di sbagliare e deludere le aspettative della madre? Nessuno degli altri Vangeli può dircelo, perché dall'infanzia ai trent'anni al suo fianco c'era solo Biff, tanto fedele da seguirlo in capo al mondo affidandosi ciecamente alla sua parola. L'amicizia che lega Gesù e Biff è commovente, soprattutto se consideriamo che Biff non è esattamente uno stinco di Santo... eppure è lì, sempre al fianco del Salvatore e pronto a difendere e perorare la sua mistica causa.
I personaggi. Perlopiù sono dipinti in modo credibile, anche se a volte un po' superficiale. Sicuramente sono tutti molto umani, con le loro imperfezioni e le loro brutture, le loro incertezze. Fatta eccezione per i personaggi principali, non c'è un'analisi psicologica molto approfondita, ma dopotutto è un libro scritto in prima persona e noi sappiamo solo quello che Biff sa o quello che gli basta sapere.
Lo stile è scorrevolissimo, divertente e leggero, fluido. Scritto molto bene e, secondo me, tradotto benissimo. Biff è un personaggio magistralmente sarcastico e cinico, il perfetto contrario di Gesù ed è esilarante il modo in cui vengono reinterpretate alcune situazioni.
La copertina... beh, devo dire che mi piace ma non è proprio comprensibilissima. C'è quello che suppongo sia un agnello su quello che immagino possa essere... beh, un albero? Un bastone con delle nuvole attorno?, il tutto contornato da disegni astrattiformi e in cui io vedo viscere, pioggia, arcobaleni... ecco, secondo me funziona, ma non chiedetemi che cosa rappresenti esattamente.
Comunque, Moore ha trovato in me una nuova, soddisfattissima fan. E ora vado dalla Pulce, che sta ricominciando a miagolare.

19 commenti:

  1. ohibò! questo libro ce l'ho in wishlist, me ne parlano tutti, ora pure te... sono sempre più curiosa

    RispondiElimina
  2. non so se si è capito, ma a me è piaciuto tantissimo *__* abbilo abbilo abbilo!

    RispondiElimina
  3. Spero che con Pulce tutto si sistemi, i gatti sono difficili da capire, ma non potrei vivere senza. Libro interessante, l'atmosfera e la foto dello scrittore mi ricordano i Monty Python.

    RispondiElimina
  4. Mi sa mi sa mi sa che lo compro!!
    Bellissimo il tuo blog,mi sarà di grandissimo aiuto!
    A presto!

    RispondiElimina
  5. @Alligatore: Messer Pulce (ho voluto conferirgli un titolo a caso) sta bene, mugugna quando gioca e adesso è abbastanza privo di pulci (vere) per poterlo massacrare di baci *__* l'atmosfera del libro non era proprio quella di Monty Python... cioè, esilarante, ma meno british...
    @Gabriele: grazie :) fai bene a prenderlo, è un'ordinata accozzaglia di genialate.

    RispondiElimina
  6. Grazie per seguirmi ^^
    Ho spulciato un pò di tue recensioni (senza leggere tutto perché non mi piace che mi si dica molto della trama ^^) ed un pò di libri mi hanno incuriosito ^^

    RispondiElimina
  7. Che bella pagina, davvero complimenti!
    Sai che "I libri di Lizzy" ha cambiato grafica? Spero ti piaccia, si vede che te ne intendi, di libri e di blog ^_^
    A presto e continua così!

    RispondiElimina
  8. Mi fa talmente simpatia questo blog appena scoperto, che mi spiace tantissimo non potermi, per ora, iscrivere fra i sostenitori (sotto la scritta "lettori fissi" non appare nulla...)
    Tornerò. Per intanto, un caro saluto a te e una carezzina al tuo mini micio!! (Che mi ha ricordato la mia vecchia gatta Silvestra che chiamavamo anche Ciopy, e la sua micina identica a lei che divenne Microciopy...) :D

    RispondiElimina
  9. Ciao. Gran bel blog complimenti. Ed il libro mi ha incuriosito parecchio...mi sa che me lo metto in lista (ma quanto è già lunga la mia lista)...
    Se vuoi passare dalle parti mie sei la benvenuta. Intanto un salutone a te ed al tuo tenerissimo mini micio!!

    RispondiElimina
  10. data la mia grande passione per i libri, non posso non seguirti : ))

    Miao miaooo

    Cris
    :)

    RispondiElimina
  11. Blog illuminante, ripasserò, passa a trovarmi nel mio per una tazza di the letterario....

    RispondiElimina
  12. Ciao! Mi piace il tuo blog! Ti seguo! Se ti va passa a trovarmi :-)

    RispondiElimina
  13. Ciao! Ho appena scoperto il tuo blog, sembra molto interessante e lo seguirò con piacere!

    RispondiElimina
  14. Ciao! Son capitata da te per caso e subito... ZACCHETE! scopro che abbiamo qualcosa in comune, oltre alla passione per la lettura. Spero che il tuo Pulce subisca la stessa metamorfosi che ha subìto il mio Pulce. A presto!

    RispondiElimina
  15. Ciao,
    scusa se approfitto dei commenti per avvisarti che ho trasferito il mio blog "La Trama per Ricordare" in La casa di Alchemilla.
    Spero che passerai ancora a trovarmi.
    A presto.
    Ciao.
    Alchemilla

    RispondiElimina
  16. Stavo leggendo un'altra recensione e poi,a lato, ho visto questa!Lo voglio da tanto questo libro e solo ora(grazie ad un buono regalo) ho deciso di prenderlo..quanto mi piacciono le tue recensioni che tranquillizzano il mio animo!:D

    RispondiElimina
  17. Serena, sei di una carineria incredibile, grazie xD Arraffa questo libro, perché è geniale, geniale, geniale e ancora geniale *__*

    RispondiElimina
  18. Oookay okay, mi sa che non ho proprio più scuse, devo acquistarlo e leggerlo... ce l'ho in wishlist da un bel po'... è uscita pure l'ed. economica... è arrivato il momento! :D

    RispondiElimina
  19. ma perche' avete bisogno di qualcuno che vi consigli libri da leggere? uscite dai vostri pc andate in libreria ,mercatini spulciatevi i libri annusateli, ci sara' qualche
    sbaglio ma vuoi mettere la soddisfazione delle belle scoperte?

    RispondiElimina